Il bitcoin, la nuova criptovaluta

Oggi parliamo del bitcoin, la nuova criptovaluta di cui tanto si discute. Nell’articolo di oggi cerchiamo di capire di cosa si tratta e come funzionano queste “monete”. Come si può acquistare? Cosa ci si può fare?

Si tratta di una moneta virtuale che non è disciplinata da alcun ordinamento giuridico. Non ha perciò un valore reale. Pensate che all’interno di uno stesso mese può modificare il suo valore. Se a ottobre del 2015 il suo valore era di circa 300 dollari, oggi ne vale circa  8000 dollari. Un bel salto in avanti. E considerate che ogni secondo il suo valore muta!

Si tratta di una moneta virtuale e digitale che viene scambiata via internet tra due persone. Non ci sono controlli sui bit coin. Occorrono non più di sei minuti perché il trasferimento venga fatto tra due computer l’uno dall’altra parte del mondo dell’altro.

Il funzionamento del bitcoin non è difficile da capire. Per poter conservare e trasferire il denaro digitale, occorre il wallet. Un luogo sicuro dove tenre il denaro. Considerate che tali portafogli digitali sono protetti da codici segreti che possiedono anche 100 caratteri alfanumerici. Si tratta quindi di cassaforti inviolabili.

Pensate che è diventato tanto famoso il bitcoin che ormai ci sono varie aziende in italia che si sono specializzate nel servizio. Esistono pure dei bancomat dove si possono riconvertire questo denaro virtuale in denaro di carta e viceversa. Al momento ci sono delle colonnine installate a Pisa, Trieste, Roma, Milano, Udine e Firenze. Indietro rispetto ad altri posti, come gli Stati Uniti che ne conta un centinaio, ma comunque a buon punto. Le bitcoin si possono usare anche per fare acquisti nei negozi.

Chiaramente l’oscillazione del suo valore è instabile. Così come nel giro di due anni un solo bitcoin ha un valore di oltre 7.500 euro in più, è anche vero che ci sono stati cali anche significativi. Non è quindi una moneta affidabile, ha i suoi limiti.

Ecco perché in molti consigliano di convertirli, almeno una parte, in un momento buono. Quando cioè per voi ha raggiunto un valore degno di essere preso. Se per esempio voi avete acquistato nel 2015 3 bitcoin, oggi vi ritrovereste ad aver fatto un investimento eccellente e potreste prendere in considerazione il cambio. Così come tra un anno potreste aver ancora più denaro ma anche molto meno. Sono tutte informazioni queste che potete trovare, molto più nel dettaglio, sul sito www.cripto-valuta.net

E’ molto importante ricordarsi che non è una moneta legale e non va confusa con la moneta elettronica.

I rischi sono tanti, chi decide di investire in questo campo ne deve essere consapevole. C’è il rischio che le piattaforme di scambio falliscono o che ci siano furti di bitcoin. Secondo le fonti autorevoli online, oltre 500 le monete virtuali di scambio attuali. Funzionano così come funziona il bitcoin. Teoricamente ognuno potrebbe crearsi il suo. Addirittura nel South Dakota il bitcoin è diventato la moneta ufficiale!